Prossimamente sarà online il NUOVO SITO!

Conosciuto fin dall'antichità, l'aglio è un ottimo condimento. È anche un vero e proprio rimedio, da qui il soprannome dell'erba con nove virtù. Aiuta a prevenire le malattie, soprattutto grazie al suo elevato contenuto di composti organosolforati e alla sua attività antiossidante.

L'aglio fresco, però, non è adatto a tutti: può essere mal digerito e il suo odore tenace può far star male. Questi spiacevoli effetti dell'aglio fresco sono dovuti all'allicina, un ossidante che si libera quando il bulbo viene masticato o tagliato. Studi scientifici dimostrano, tuttavia, che l'aglio non deve essere necessariamente fresco per essere efficace, né il suo odore deve essere presente perché si verifichino benefici per la salute.

Esiste una fonte alternativa che è doppiamente concentrata in principi attivi rispetto all'aglio bianco, inodore e più ricca di antiossidanti rispetto all'aglio fresco: l'aglio nero, un integratore alimentare. L'aglio nero è prodotto in modo altamente standardizzato, invecchiando l'aglio nero biologico a temperatura ambiente per 20 mesi. Questo processo aumenta i livelli di antiossidanti e converte i composti instabili, come l'allicina, in sostanze stabili, che favoriscono la salute. Contiene principalmente composti organosolfurici stabili e solubili in acqua, che sono potenti antiossidanti. Questi includono S-allil-mercaptocisteina, un composto esclusivo per l'aglio nero, e S-allil-cisteina, che è biodisponibile al 98%. L'aglio nero contiene anche alcuni composti organosolfurici liposolubili, flavonoidi e altri nutrienti essenziali come il selenio. Una vera pepita per la tua salute.

GLI EFFETTI ANTIOSSIDANTI DELL'AGLIO NERO
I radicali liberi causano danni al DNA, ai lipidi e alle proteine, causando mutazioni, danneggiando le membrane cellulari, interrompendo la funzione enzimatica e riducendo l'immunità. Questi radicali liberi, prodotti di scarto del normale metabolismo, sono di solito neutralizzati da enzimi cellulari e piccole molecole come il glutatione, da vitamine e minerali del cibo. Alti livelli di radicali liberi, durante l'infiammazione o l'esposizione al sole, le radiazioni ionizzanti, le sostanze inquinanti, l'esercizio fisico e alcuni farmaci richiedono un'ulteriore protezione antiossidante, e in sua assenza si verifica uno stress ossidativo. Lo stress ossidativo ha un ruolo nell'artrite, nell'aterosclerosi, nelle malattie cardiovascolari, nell'ictus, nell'AIDS, nel cancro e nella morte programmata dei neuroni (apoptosi), che può portare al morbo di Alzheimer e ad altre malattie neurodegenerative.
L'aglio nero contiene più antiossidanti rispetto alle preparazioni di aglio e all'aglio fresco, e potenzia gli antiossidanti cellulari, come il glutatione, che aiutano a mantenere l'immunità e a prevenire la tossicità dei farmaci. Contiene anche perossidasi che rimuovono i perossidi tossici.

L'EFFETTO DI ABBASSAMENTO DEL COLESTEROLO E DELLA PRESSIONE SANGUIGNA DELL'AGLIO NERO
I principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e l'ictus sono l'alta pressione sanguigna e gli alti livelli di colesterolo LDL e trigliceridi. Studi clinici dimostrano che l'aglio nero e la S-allil-cisteina possono contribuire a ridurre questo rischio. Una dose giornaliera di 2,4-4,8 g per 6 mesi ha ridotto il colesterolo totale del 5-7%, abbassato i livelli di LDL e trigliceridi, abbassando la pressione sanguigna, inibito l'aggregazione piastrinica e aumentato l'HDL. La S-allil-cisteina, il principale componente dell'aglio nero, abbassa il colesterolo inibendo la sua sintesi attraverso l'enzima HMA-CoA, utilizzando così lo stesso meccanismo delle statine.
Un altro studio ha dimostrato che l'estratto di aglio nero ha diminuito i livelli di colesterolo plasmatico e di trigliceridi. Nei pazienti che hanno ricevuto una dieta integrata con il 2% di estratto di aglio nero, i livelli di trigliceridi plasmatici e di colesterolo erano rispettivamente del 30 e del 15% inferiori rispetto al gruppo di controllo.

L'AGLIO NERO AIUTA A RIDURRE I LIVELLI DI OMOCISTEINA
Gli alti livelli di omocisteina, che possono derivare da una carenza di vitamina B e di folato, sono un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, l'ictus, il morbo di Alzheimer e il cancro. Studi preclinici condotti presso la Pennsylvania State University hanno dimostrato che l'integrazione di aglio nero diminuisce i livelli di omocisteina durante la carenza di folati.

PROTEGGERE IL CUORE E LE ARTERIE CON AGLIO NERO
Uno studio condotto presso l'UCLA ha dimostrato che l'integrazione giornaliera con aglio nero ha ridotto molti fattori di rischio associati alle malattie cardiovascolari. In uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, durato un anno, 19 pazienti cardiaci affetti da statine che hanno ricevuto 1200 mg di aglio nero al giorno hanno visto l'accumulo di placca coronarica diminuire del 50%, il loro HDL migliorare e i livelli di omocisteina diminuire, mentre è aumentato nel gruppo placebo. Come per le persone sane, l'aggiunta di aglio nero alla dieta dei pazienti cardiaci può aiutare a prevenire l'aterosclerosi e a mantenere il cuore in buone condizioni.

STIMOLAZIONE DELL'IMMUNITÀ ED EFFETTO ANTIVIRALE
L'estratto di aglio nero aumenta l'immunità e aiuta a combattere le infezioni. Studi preclinici hanno dimostrato che l'aggiunta di aglio nero alla dieta può prevenire l'infezione da influenza ed è efficace quanto la vaccinazione. L'estratto di aglio nero aumenta l'attività dei macrofagi, delle cellule della milza e delle cellule killer naturali (NK). Stimola la proliferazione delle cellule T e aumenta la tossicità dei linfociti per le cellule tumorali.

EFFETTI ANTIBATTERICI E ANTIMICOTICI
L'aglio nero inibisce la crescita della Candida albicans, spesso presente nei pazienti immunocompromessi, ed elimina l'Heliobacter pylori, che è legato alle ulcere dello stomaco e al cancro. Inoltre protegge il fegato dalla tossicità di agenti cancerogeni e paracetamolo, uno degli antidolorifici più comunemente usati.

EFFETTI NEUROPROTETTIVI
Circa il 10% delle persone di età superiore ai 65 anni sviluppa il morbo di Alzheimer. L'aglio nero ha il potenziale di proteggere il cervello da condizioni neurodegenerative proteggendo le cellule neuronali dall'apoptosi. La S-allil-cisteina, il componente principale dell'aglio nero, impedisce anche la morte dei neuroni a seguito di ischemia e aumenta il tasso di sopravvivenza delle cellule nell'ippocampo, la sede della memoria, del 30% rispetto al gruppo di controllo.

EFFETTI ANTI-INVECCHIAMENTO DELL'AGLIO NERO
È stato dimostrato che l'assunzione regolare di aglio nero o di S-allil-cisteina previene la degenerazione del lobo frontale, migliorando l'apprendimento, la memoria e prolungando la durata della vita. È stato dimostrato che l'aglio nero ha anche effetti neurotrofici, oltre alla capacità di migliorare il rilascio di serotonina, che ha un effetto antidepressivo.

La sicurezza dell'aglio nero è stata confermata da test tossicologici e studi clinici che hanno coinvolto più di 1000 soggetti. Più di 400 studi scientifici sono stati condotti sull'aglio nero, nelle principali università e in tutto il mondo. Tutti questi studi, che si sono concentrati su una varietà di fattori di rischio cardiaco come il colesterolo, l'ipertensione, i livelli di omocisteina, l'ossidazione del colesterolo LDL, l'inibizione dell'aggregazione piastrinica, portano alla stessa conclusione:
un'assunzione regolare di estratto di aglio nero è indicata come parte di una dieta complessivamente sana e non ha effetti collaterali.
Una formula completamente naturale che riduce il colesterolo cattivo mentre aumenta il colesterolo buono in modo efficace come i farmaci convenzionali, ma senza effetti collaterali.

AGLIO NERO, PER CHI, PER COSA?
RIASSUMENDO, L'AGLIO NERO È INTERESSANTE PER VOI:

-promuovere la circolazione sanguigna

-pressione sanguigna più bassa

-mantenere il cuore sano

-combattere il diabete

-un'aiuto per certi cancri

-aumentare il sistema immunitario

-colesterolo inferiore

-per migliorare le capacità cognitive (memoria, attenzione, concentrazione, riflessione...)

-proteggere da malattie fungine e batteriche

-eliminazione delle tossine

-rivitalizzare

-rilasciare serotonina (un ormone che migliora l'umore) e diminuire l'ansia

-migliora la qualità della flora intestinale

-protezione dalle allergie

-alleviare i problemi della pelle

-migliorare la qualità del sonno

-combattere gli effetti dell'invecchiamento e proteggere dai radicali liberi

-migliorare la visione

-sollievo dal mal di testa

-disintossicare il fegato

HAI PROBLEMI A DIGERIRE L'AGLIO BIANCO? ADOTTA L'AGLIO NERO
Se si soffre di cattiva digestione, alito cattivo, ruttazione o disagio quando si mangia aglio crudo o cotto, l'aglio nero vi solleverà da tutti questi disagi. Infatti, grazie alla sua fermentazione, l'aglio nero diventa morbido, digeribile, leggermente dolce e aspro, che ricorda l'aceto balsamico caramellato. E fatto importante: non dà l'alito cattivo!


LE INFORMAZIONI RIPORTATE IN QUESTO SITO NON HANNO MAI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO IN QUANTO INSERITE A SOLO SCOPO DIVULGATIVO E INFORMATIVO, QUINDI NON SOSTITUIBILI AI CONSIGLI DEL PROPRIO MEDICO.